Hotel a Pola, la perla dell'Istria


1 October 2020 | Coupon e promozioni
Hotel a Pola, la perla dell'Istria

Pola è urbana quanto l'Istria: è indiscutibilmente il centro commerciale della regione e ospita quasi metà della sua popolazione.

Il crescente status della città come polo artistico in movimento è stato migliorato grazie all'apertura di due spazi espositivi: l'ex chiesa di Sveta Srca, splendidamente ristrutturata, e lo sgangherato, ma promettente, Museo di Arte Contemporanea dell'Istria.

Hotel Pola e dintorni

Il Pola Film Festival di luglio continua ad essere il più grande spettacolo della città, anche se di recente Pola è stata catapultata nell'universo dei grandi festival musicali grazie a due eventi di quattro giorni: l'Outlook, che ospita grandi nomi del Dubstep e del Reggae, e il Dimensions, rivolto invece ad alcuni dei dj più all'avanguardia.

Ciò che manca alla città in termini di lungomare attrattivo, è più che compensato in termini di antichità. L'originale Foro Romano rimane il principale punto di incontro, con i caffè che offrono anche tavoli all'aperto, mentre il vasto lungomare comprende un porto che movimenta quasi un milione di tonnellate di merci all'anno, un porto turistico, un tratto di spiaggia boscosa e, appena fuori dal centro, alcuni resort costruiti negli anni Sessanta e Settanta a Verudela e nella vicina Medulin.

 

Pola: attrazioni principali e storia

Pola, durante il periodo dell'Impero Romano, era un centro molto importante e nevralgico. Così importante che, gli antichi romani, costruirono proprio qui il loro sesto anfiteatro più grande.

La futura città croata diventò una colonia romana esattamente un secolo dopo il loro arrivo, più o meno intorno al 177 avanti Cristo.

Produceva vino e olio extravergine d'oliva e, al tempo dell'imperatore Augusto, nel 63 avanti Cristo, "Pietas Iulia" (così com'era conosciuta) era un fiorente centro urbano con un foro, diversi templi e alte mura che chiudevano la città.

Con il passare del tempo però, e soprattutto con l'arrivo degli Austriaci, Pola si ridusse ad un porto minore e ad una città con poche centinaia di cittadini.

Gli Asburgo fecero di Pola il loro "hub" navale, nonché centro per la costruzione delle barche, fino alla fine del XIX secolo. Passata in mano agli italiani, Pola fu pesantemente bombardata dagli Alleati durante la Seconda Guerra Mondiale, poi nuovamente industrializzata sotto Tito.

Il turismo "all inclusive", il vero marchio di fabbrica di Pola, nacque negli anni Settanta. Oggi la città croata fa parte di una regione in forte espansione economica ed è una di quelle rare città costiere dove la vita va avanti anche in autunno e in inverno.

 

Le 10 migliori cose da fare a Pola

Il simbolo di Pola è senza dubbio il suo anfiteatro romano, dove ogni estate si tiene una vasta gamma di eventi all'aperto e di concerti. Festival del film, eventi di musica elettronica ed esibizioni musicali degli artisti più famosi, da Elton John a José Carreras, riempiono l'arena risalente a 2000 anni fa con il suo anello di mura quasi intatto.

I resti romani formano anche il centro della città di Pola, dominato da una fortezza veneziana situata in cima ad una collina. Con i moli vicini piuttosto che le spiagge, molte persone si dirigono a sud, verso le città balneari (e più vivaci) di Verudela e di Medulin.

 

1.Esplora il Colosseo della Croazia

Non è necessaria molta immaginazione per rievocare i combattimenti dei gladiatori che si svolgevano più di 2000 anni fa nell'anfiteatro di Pola. Questo perché, ancora oggi, puoi persino passeggiare nei corridoi e nei tunnel dove venivano tenuti i guerrieri e i leoni prima di intrattenere una folla di oltre 25mila persone.

Costruito nel giro di un secolo, l'anfiteatro ricevette gli ultimi ritocchi nell'81 dopo Cristo dall'imperatore Tito, responsabile anche della costruzione del Colosseo di Roma.

Oggi quello di Pola, tra i due, è il meglio conservato, perché vanta una cinta muraria quasi completa. Viene anche usato in modo regolare, perché ospita l'allestimento del Film Festival, la serata di apertura del festival di musica elettronica Outlook e concerti di grandi nomi.

 

2.Arco di Pola

Dopo aver contribuito a far vincere la battaglia di Azio del 31 avanti Cristo, la famiglia dei Sergii pensò bene di costruire un arco di trionfo a Pola.

L'arco dei Sergii rimane la principale porta di accesso a quello che oggi è il centro storico di Pola, praticamente intatto dopo oltre 2000 anni.

Un'ispezione più attenta dell'arco rivela molti dettagli storici sulla battaglia di Azio, come ad esempio i nomi del clan dei Sergii incisi sulle colonne e il fregio di un carro.

 

3.Un bicchiere con James Joyce

Dopo aver lasciato Dublino nel 1904, James Joyce e il suo nuovo amore, Nora Barnacle, si diressero verso le luci brillanti di Zurigo. La coppia trascorse invece il suo primo inverno europeo a Pola, dove Joyce insegnava inglese agli ufficiali della marina asburgica.

Non fu affatto esagerato nel lodare la città, questo prima che lui e Nora partissero per Trieste la primavera successiva.

Nonostante la partenza del celebre scrittore, un conviviale caffè di Pola ha voluto interpretare questa circostanza storica, chiamandosi Uliks (Ulisse) e posizionando una statua di Joyce, circondata da tavolini, proprio sulla sua terrazza.

 

4.Scendi sott'acqua a Medulin

La principale destinazione in Istria per gli sport acquatici, Medulin si estende intorno ad un promontorio montuoso a breve distanza in auto (o in bus) nella parte sud-ovest di Pola.

Costellata di campeggi, di resort e di hotel Pola, Medulin offre tutti i tipi di attività sott'acqua e, in misura minore, fuori dall'acqua. Puoi noleggiare una barca, imparare a navigare, immergerti con vari gradi di difficoltà, fare windsurf, surf, sci d'acqua, jetski o semplicemente saltare su una banana boat gonfiabile.

 

5.Scopri un tesoro romano in un parcheggio

Probabilmente i conservazionisti non erano nel comitato municipale che decise di costruire un moderno blocco residenziale su un bel mosaico romano risalente al III secolo - e un parcheggio accanto ad esso.

Una volta impossibile da trovare per i visitatori che non la conoscevano, oggi questa meravigliosa opera d'arte larga 6 metri e lunga 12 metri è stata dotata di un cartello e di un indirizzo su Google Maps (Sergijevaca 16).

Un tempo pavimento del soggiorno di un antico romano benestante, il mosaico rappresenta la figura di Dirce, una donna che, secondo la leggenda, uccise il perfido zio Dionisio.

 

6.Ammira le fotografie della Galerija Makina

Definendosi uno "spazio espositivo per la fotografia contemporanea", la Galerija Makina, solo la sera, vicino al lungomare di Pola, offre un calendario (che cambia regolarmente) di arte stimolante.

Gestita da Hassan Abdelghani, fotografo lui stesso, nel 2017 la galleria ha organizzato mostre con New York, portando come temi il carcere femminile e la maternità.

Le serate di apertura sono eventi chiave nella scena culturale locale.

 

7.Sorseggia un caffè da Cvajner

Con una posizione privilegiata sul foro romano, Cvajner rende giustizia ai suoi dintorni, riempiendo un'ex banca con mobili retrò, oggetti d'arte e reperti bohemien di ottimo gusto.

Il suo nome alternativo è Kunstcafe, ma c'è di più in Cvajner che un design stravagante sotto soffitti alti. Offre non solo il miglior caffé di tutta Pola, ma anche un'ottima selezione di birre, provenienti dal Belgio e dalla Germania, e cocktail alla frutta rinfrescanti durante l'estate.

La sua terrazza ombreggiata si trova accanto ad un municipio rinascimentale e ad un tempio di Augusto, risalente a 2000 anni fa, quindi avrai tanti buoni motivi per iniziare e finire la tua giornata qui.

 

8. Festa a Uljanik

Luogo di festa e di party preferito di Pola dal 1965, Uljanik mette su praticamente dj tutti i fine settimana e offre serate a prezzi accessibili ai suoi clienti abituali, tutti concentrati a divertirsi.

Posizionato vicino al cantiere navale che porta il suo stesso nome, il club comprende un'enorme pista da ballo, un palcoscenico all'aperto e un cortile per occasionali spettacoli dal vivo.

Se stai cercando una serata sofisticata, questo posto potrebbe non essere la scelta giusta, ma per una notte disordinata e con un tema molto vago, Uljanik è il locale perfetto.

 

9.Assaggia i vini all'Enoteca Istriana

Con ben 14 tipi di Malvasia (senza contare gli altri vini), l'Enoteca Istriana è il luogo di incontro prediletto per tutti gli amanti dei vini regionali e di Pola.

L'Enoteca è anche il posto giusto per assaggiare il famoso prosciutto e le olive istriane. Il personale esperto è a disposizione per guidare i non iniziati alla degustazione dei vini e una piccola serie di assaggini potrebbe essere il modo migliore per iniziare qualsiasi serata.

 

10.Pranzo da gourmet al Milan

Situato in un luogo appartato vicino al cimitero navale, e appena fuori dal centro storico, il ristorante Milan è stato il gold standard per una cena di qualità a Pola per diversi anni.

Costoso, ma non esagerato, questa azienda a conduzione familiare è il tipo di locale che ti permette di concederti una vacanza all'insegna del divertimento.

I crostacei sono la strada da percorrere qui e la maggior parte dei piatti prevede l'olio extravergine d'oliva di produzione propria, prodotto a pochi passi dal ristorante.

Proprio come il menu, la lista dei vini è ampia e focalizzata sui prodotti istriani. Il Milan è anche un hotel a tre stelle, quindi se vuoi passarci una notte, puoi anche farlo.

Cosa vedere a Pola

  • Fortezza veneziana: costruita dai veneziani nel XVII secolo, oggi ospita il Museo Storico Istriano. Si trova a monte del Foro Romano.
  • Museo Archeologico dell'Istria: custodisce molti reperti romani e illirici e si sviluppa su ben tre piani. Troverai gioielli, monete e armi di epoca romana e medievale, ceramiche e fossili della Preistoria, mosaici e sarcofagi.
  • Ex chiesa Sveta Srca: costruita per i gesuiti nel 1908, ma utilizzata come magazzino dopo la Seconda Guerra Mondiale, l'ex chiesa del Sacro Cuore è stata restaurata tra il 2010 e il 2011 per diventare uno degli spazi espositivi più spettacolari e prestigiosi della Croazia per mostre temporanee di alto profilo. Ora gestita dal Museo archeologico istriano, gli splendidi interni luminosi ospitano un ricco menu di mostre storiche di particolare interesse, installazioni di arte contemporanea e altri eventi culturali.
  • Museo d'Arte Contemporanea dell'Istria: un'istituzione molto embrionale, il MSUI non ha ancora una collezione permanente in mostra, ma organizza esposizioni superbe di artisti attuali nelle sale cavernose e fatiscenti di una vecchia tipografia, situata a metà strada tra l'anfiteatro e il centro storico. Assicurati di chiedere della bizzarra installazione di nastri adesivi, situata all'ultimo piano dell'edificio, progettata da Numen/For Use con sede a Zagabria nel 2010 e lasciata in loco - non è sempre aperta ai visitatori, ma può essere visualizzata su richiesta.

 

Dove mangiare a Pola

Il centro di Pola ha una manciata di ristoranti a prezzi ragionevoli. Quelli in periferia, a Verudela e a Stoja, offrono anche la vista sul mare. In città vengono consigliati Amfiteatar e Vodnjanka, così come Ribarska Koliba, uno dei ristoranti preferiti dai locali che mangiano pesce.

  • Vodnjanka: questo ristorante a conduzione familiare si trova al di fuori dal centro e vicino al Rojc, un centro artistico molto popolare tra i promotori e gli agitatori di Pola. Il cibo è ottimo, basato sulla cucina tipica istriana, con tanto pesce fresco e selvaggina. Da provare l'aperitivo della casa: tre acquaviti alle erbe, stratificati in un unico bicchiere e ricoperti da un coperchio di ghiaccio con un foro al centro. Preparati ad aspettare al bar se stai facendo solo un salto.
  • Gina: muri in pietra, legno levigato e un camino in stile istriano creano uno spazio accogliente per un ristorante a conduzione familiare, dove gli ospiti e il cibo ricevono un'attenzione speciale. Oltre a piatti di pesce e di carne, il menu in stile istriano prevede anche abbinamenti di pesce e di pasta, come i ravioli ripieni di granchio. La pasta e il pane sono di produzione propria. C'è un sommelier qualificato nello staff e la lista dei vini comprende circa 60 scelte, per lo più locali, tra cui molti vini dell'Istria. Si trova sul lungomare, vicino alla penisola boscosa di Stoja.
  • Ribarska Koliba: meta preferita da oltre 100 anni per i pescatori, la "Capanna del Pescatore" è stata completamente rinnovata nel 2013. Da sempre nota per i frutti di mare tradizionali, la capanna è diventata un ristorante di lusso, ma non ha perso la sua reputazione di servire piatti tradizionali a prezzi convenienti. Pesce fresco, calamari e crostacei sono le principali attrazioni. C'è un nuovissimo blocco di alloggi accanto al ristorante con appartamenti ben arredati, la maggior parte dei quali si affaccia sugli ormeggi per yacht.

 

Dove dormire a Pola

La maggior parte degli alberghi a Pola a cinque stelle si trovano tutti a Verudela, mentre il centro cittadino offre per lo più opzioni economiche e modeste.

Se stai cercando un soggiorno più intimo, fino al 10 ottobre 2020 Arena Hotels, il nostro partner, ti darà la possibilità di pernottare un appartamento in uno dei suoi resort ad un prezzo davvero speciale.

Per le prenotazioni online, è previsto uno sconto del 20% sulle tariffe del listino; un'offerta quindi decisamente conveniente.

L'offerta è disponibile esclusivamente per i soggiorni minimi di 5 notti a Pola ed è valida solo negli hotel Pola che partecipano all'iniziativa. Gli ospiti, oltre allo sconto del 20%, richiedendo questa promozione di Arena Hotels possono avere l'accesso anche a modifiche e a cancellazioni gratuite.

Aggiungi un commento