Come proteggersi dalle scottature solari


19 July 2019 | Guide
Come proteggersi dalle scottature solari

Proteggersi dalle scottature solari: I nostri consigli

Le scottature solari sono causate da una sovraesposizione ai raggi UV provenienti dal sole, che soprattutto nelle ore più calde della giornata (dalle 10.00 alle 16.00), sono particolarmente intensi e possono intaccare la pelle, anche in presenza di un'ottima protezione, provocando arrossamenti, bruciori e, nei casi più gravi, ustioni di lieve entità e bolle tali da richiedere il ricovero immediato in ospedale.

Troppe persone, quando partono per le vacanze in montagna e al mare, spesso trascurano i rischi derivanti da una luce molto forte del sole o non li prendono abbastanza sul serio, per poi ritrovarsi in seguito a fare i conti con una brutta scottatura o con un dolore tale da rovinarsi completamente il divertimento, il relax e l'aria di festa che in genere si respira in vacanza.

Se hai in programma di partire nei prossimi giorni, oppure vuoi trascorrere un weekend al mare o in montagna e le previsioni meteo danno caldo e un sole che spacca i sassi, ecco i nostro consigli su come proteggersi dalle scottature solari e far sì che il tuo soggiorno trascorra sereno e senza intoppi.

1.Evita le ore più calde della giornata

Le ore più calde della giornata, come abbiamo visto e come spesso è riportato nelle istruzioni della maggior parte delle creme solari, sono quelle situate tra le 10.00 e le 16.00, quando i raggi solari sono più forti e, di conseguenza, anche il rischio di scottarsi è più elevato.

Se sei in vacanza al mare, a meno che il cielo non sia coperto (anche in questo caso però non dimenticare la crema solare), cerca di recarti in spiaggia la mattina presto (dalle 08.30 alle 10.00) oppure nel pomeriggio dopo le 16.00.

Se invece sei in montagna, indossa sempre un cappellino e dei vestiti con protezione UV, mentre sulla braccia e sulle altre parti scoperte, come ad esempio il viso e le gambe, applica una crema solare che abbia almeno un fattore protettivo 50, e questo anche se hai la carnagione olivastra, scura o molto scura.

2.Scottature solari cosa fare? Usa una crema solare

Prima di recarti in spiaggia, o in montagna, porta con te una crema solare adatta al tuo fototipo di pelle: per esempio, se hai la pelle chiara o molto chiara, anche se il cielo è nuvoloso, dovrai sceglierne una con un SFP 50, mentre il tuo incarnato è bruno chiaro e sei castana, te ne basterà una con un SFP 30.

Se hai la carnagione olivastra, la protezione solare da mettere in valigia sarà quella con un SFP 20, invece se hai la fortuna di avere la pelle molto scura, puoi partire tranquillamente con una crema solare con un SFP 15 .

Se fai parte del fototipo 6, quindi sei di origini africane, la tua pelle è già abituata a tollerare anche i raggi solari più forti, ma per evitare incidenti, ti consigliamo lo stesso di usare un olio solare o un crema solare con un SFP basso.

La crema solare, per far sì che riesca a proteggerti in modo efficace, dev'essere applicata almeno 15 minuti prima di esporti al sole, anche nei giorni nuvolosi: forse non lo sai, ma una volta applicata, ci impiega in media 15 minuti per penetrare nella pelle, idratarla e iniziare a proteggerla dai raggi UV.

Inoltre, subito dopo aver fatto il bagno, dovrai riapplicarla, perché essendo entrata in contatto con l'acqua, avrà perso di efficacia, quindi tu sarai di nuovo esposto al rischio di scottature solari.

Da ultimo, ma non meno importante, se sei alla ricerca della protezione solare perfetta, ma nello stesso tempo desideri risparmiare, fino al 31 luglio 2019 potrai approfittare dello sconto del 20% su tutti i solari venduti da Carrefour, il nostro partner, quindi non fartelo scappare!

3.Usa accessori per proteggerti la testa e gli occhi

Oltre ad essere la moda dell'estate per eccellenza, alcuni accessori, come ad esempio i capelli e gli occhiali da sole, possono proteggerti non solo dal rischio di scottarti la testa, ma anche di incorrere in pericolose insolazioni che, nei casi più gravi, possono provocare febbre, mal di testa, vertigini, affaticamento, perdita di coscienza e allucinazioni.

Prima di recarti in spiaggia, anche per breve tempo, o in montagna, indossa sempre un paio di occhiali da sole, perché anche se alcuni si applicano la crema solare intorno agli occhi, proteggerli dai raggi UV potrebbe rivelarsi più difficile del previsto.

Alcuni occhiali da sole, oltre ad essere belli e fashion, sono dotati di una protezione UV al 100%, quindi sono capaci di proteggere i tuoi occhi sia dai raggi UVA sia dai raggi UVB.

Per quanto riguarda il cappello, se per te un cappello a tesa larga o uno di paglia è troppo, puoi anche optare per un classico cappellino da baseball. Quest'ultimo in più, essendo dotato di una visiera, è in grado di proteggere anche i tuoi occhi dal sole, quindi indossalo senza porti troppe domande.

4.Rimani sotto l'ombrellone oppure scegli un posto all'ombra

Se vai in spiaggia, a meno che non sia già presente o non lo si possa noleggiare sul posto, porta con te un ombrellone, di modo che, anche nel caso in cui non trovassi un posto all'ombra, tu possa aprirlo e goderti il mare in tutta sicurezza.

Se invece prevedi di fare un'escursione in montagna, cerca di scegliere i posti all'ombra o, anche se non prevedi di fare campeggio, porta con te una tenda igloo automatica: queste tende, a differenza di quelle classiche, non hanno bisogno di paletti per poter essere montate, ma solo di una pompa dell'aria per poter essere gonfiate ed essere utilizzate fin da subito.

5.Scottature solari conseguenze

Le conseguenze dovute ad una scottatura solare possono essere molteplici ed in alcuni casi anche piuttosto gravi. In alcuni casi potrebbe essere necessario anche l'intervento di un medico che possa medicare la pelle ustionata ed evitare ulteriori complicazioni. Non bisogna quindi in alcun modo sottovalutare la questione.

Aggiungi un commento